Lo spocchioso e ridondante editoriale di Gennaro

Pulitomi con pazienza il viso dallo sputo, mi accingo a raddrizzare il tiro del giornale.

In questa foto potete notare Gennaro che si piace. 

Questo periodico, che non doveva chiamarsi così, nasce da un’urgenza brutale, anzi da un grido disperato: il mondo ha  bisogno di risposte, di certezze, il mondo ha fame di verità. A questo grido noi non potevamo più restare indifferenti.

Le opinioni le lasciamo volentieri ai giornalisti, ai sedicenti scrittori, agli internauti da due soldi. Non troverete opinioni sullo Sputacchiere. Noi vi faremo dono di assoluti.

Ogni quindici giorni ci cimenteremo su una grande questione dell’umanità. Lo faremo con i nostri stili, col nostro modo d’essere. Il mio meditato, razionale, acuto. Quello d’Irene naturalmente approssimativo, uterino e fumantino.

Quasi tutto ci divide, ve ne accorgerete. Ma c’è certamente una virtù che ci accomuna:

un’egocentrica e tracotante pretesa di stare nel giusto.

E anche di ciò vi accorgerete.

EDITORIALE
DI 
GENNUARUOOOO

Primo editoriale wowowow

Fantastico.

L’ ennesimo sito di informazione approssimativa. In wordpress tra l’altro, sti due purciari della redazione manco 4 euro al mese volevano spende. In redazione (ma quale redazione ah aha hahaha) siamo in due io (Irene) e Gennaro. Con cui non mi sono assolutamente confrontata sul nome della testata. Ho fatto una finta: Gennà ti va bene “lo sputacchiere”? lui ha detto “insomma” e ne ha proposti altri. Io non me lo sono cacato e ho fatto come mi andava, visto che lo disprezzo profondamente dal lato creativo. D’altra parte, anche lui mi disprezza dal lato creativo e dice che disegno di merda. Ed è per questo che riempirò sto coso di illustrazioni e immagini brutte fatte proprio da me!

Ecco a voi un’orrenda fotocomposizione

Vabbè. Ma perchè vogliamo mettere su sto giornale? (giornale? ma chi cazzo li caca più i giornali). Perchè siamo convinti che abbiamo qualcosa di interessante da dire, ovviamente.